Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Funghi » Commestibili » Calocybe color violetto

Calocybe color violetto

CALOCYBE IONIDES

Sinonimi : Lyophyllum ionides
Calocybe obscurissima
Tricholoma conicosporum
N.V.  Calocybe color violetto

Cappello: da 2-5 cm. inizialmente convesso, poi piano, leggermente involuto, asciutto, tutto ricoperto da una granulazione sericea di colore viola intenso, ardesia.
Lamelle: fitte, strette, con numerose lamellule di varia lunghezza, basse, smarginate, color biancastro, allo sfregamento diventano rosate.
Gambo: 3-6 x 0,3-0,5 cm. slanciato, quasi sempre ricurvo, leggermente ingrossato alla base, pieno, fibrilloso  e  striato,  concolore  al  cappello,  con  l’età  diventa  bruno  scuro,  la  base  è  rivestita  da  una “bambagia biancastra”.
Carne:  fragile  nel  cappello,  dura  e  fibrosa  nel  gambo,  di  color  biancastro,  odore  farinaceo,  sapore gradevole.
Spore: 5-6 x 2,5-3,5 micron, ellissoidali, lisce ialine, guttulate. Sporata: bianca.
Habitat: lo possiamo trovare nei boschi di latifoglia di Quercia e Castagno in autunno. Località: Monte Ortone, Monte Grande, Monte Rua, Monte Conto, Monte Calbarina.
Commestibilità: commestibile mediocre.
Osservazioni: non è molto presente nei nostri boschi, credo di averlo trovato e raccolto soltanto due volte, è un piccolo funghetto che cresce singolo o in pochi esemplari gregari, in  terreno ricco di humus, di facile determinazione, soprattutto per il bel colore blù violetto, sia del cappello che del gambo, in contrasto  con  le  lamelle  bianco  candido.  Questa  specie  è  uno  dei  funghi  più  belli  che  possiamo incontrare nella zona Euganea.

I Funghi, in Gastone Cusin, Giancarlo Zanovello (a cura di), I Funghi dei Colli Euganei, 2012.
Testo e Foto di proprietà del Gruppo Micologico Naturalistico Culturale di Monselice e Teolo, per loro gentile concessione.

Articoli simili