Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Acque » Cascata Schivanoia

Cascata Schivanoia

Cascata di Schivanoia
Cascata Schivanoia

Il modesto salto d’acqua, il muschio ed il piccolo torrentello creano un’atmosfera veramente unica, per niente consueta nell’ambiente dei Colli Euganei. Lungo il Calto Contea in corrispondenza dell’ex mulino Schivanoia tra Castelnuovo e Teolo, si può osservare uno dei più suggestivi scorci dei Colli Euganei. Un filone strato* ha dato origine ad una cascatella dalle modeste dimensioni, dove il suono del torrente che si snoda nel bosco, l’acqua e l’aria fresca creano un ambiente davvero inconsueto. Il filone strato, molto più resistente all’erosione rispetto alle stratificazioni che lo circondano, non è stato eroso dall’acqua che scorre lungo il Calto Contea, pertanto si è verificato uno scalzamento al piede della roccia vulcanica e quindi il distacco di blocchi a forma di prisma lungo le fratture verticali del filone.

Illustrazione storica della Cascata di Schivanoia
Questo spiega la presenza delle particolari pareti verticali e la formazione della simpatica cascata Schivanoia che da tempi immemori diverte, rinfresca e suggestiona.
In passato il salto dell’acqua è stato sfruttato per azionare un mulino del quale oggi rimangono alcuni muri perimetrali, mentre il nome è da attribuirsi ad una nobile famiglia ferrarese.* Un filone strato si forma in seguito ad un’intrusione magmatica concordante con la stratificazione sedimentaria che lo ospita. Nel caso specifico un filone di latite entro Marne Euganee.



Come Arrivare al Calto Contea

Per raggiungere la cascatella di Schivanoia seguire la strada che da Castelnuovo porta a Teolo, al terzo tornante sulla sinistra ci si addentra in un bosco di castagni secolari, procedere in discesa fino a costeggiare un prato e seguire il sentiero da cui si comincia ad intuire la presenza di un corso d’acqua.

Come Arrivare alla Cascata Schivanoia
Nella strada che da Teolo porta a Castelnuovo, al terzo tornante sulla destra parte il Sentiero per la Cascatella Schivanoia.
-Troviamo il pannello informativo del Parco Regionale dei Colli Euganei con indicazione “Castegneto Schivanoia” da cui parte il sentiero.
-Seguiamo la via per circa 300 metri, sino a trovare un bivio (in cui al momento è presente una freccia con indicazioni) in cui prendiamo la Destra.
-Procediamo dritti, sino ad un’altra biforcazione del sentiero (non ci sono indicazioni) in cui teniamo la Sinistra.
-Procediamo dritti sino ad un grande prato.
-Il sentiero continua alla nostra destra, ai bordi del prato.
-Procediamo dritti, seguendo il sentiero all’interno della vegetazione per circa 10-15 minuti.
-Siamo arrivati a Schivanoia.
Per scendere al corso d’acqua dovete imboccare il piccolo sentiero che vedete a destra e dopo qualche curva arrivate ai resti del mulino da cui potete godere di tutta la bellezza della Cascatella dei Colli Euganei.

Franco Colombara