Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Funghi » Non Commestibili » Collybia con la ghetta

Collybia con la ghetta

COLLYBIA PERONATA

Sinonimi: Marasmius peronatus
Agaricus peronatus Bolton
N.V. Collybia con la ghetta

Cappello: 3-6 cm. convesso, poi appianato, con un umbone al centro più o meno evidente, cuticola asciutta, glabra, liscia o finemente vellutata, forforacea, di color ocra rosato, rossastro nocciola con l’età, margine involuto, esile, rugoso e fessurato.
Lamelle:  larghe,  spaziate,  con  molte  lamellule  intervallate,  arrotondato  smarginate  al  gambo,  color biancastro, ocra brunastro.
Gambo:  3-6  x  0,5-0,8  cm.  slanciato,  cilindrico,  un  po’  ingrossato  alla  base,  che  è  rivestita  da  una “bambagia lanosa” con peli irti molto tenaci. come un calzare biancastro nocciola crema.
Carne: elastica nel cappello, dura, fibrosa, coriacea nel gambo, color biancastro crema, odore di terra, sapore inizialmente dolce, poi acre pepato.
Spore: 6-8 x 3,5-4,5 micron, ellissoidali più o meno allungate, lisce, ialine. Sporata: ocracea.
Habitat:  cresce  nei  boschi  misti  di  latifoglia  e  lungo  i  sentieri,  in  autunno.  Località:  “Parco  delle Frassanelle”, “Passo delle Fiorine”, Monte Ortone, Monte Ventolone, Monte Rusta, ecc.
Commestibilità : non commestibile per il sapore acre piccante.
Osservazioni : sui colli cresce in piccoli gruppi a file nei boschi misti di Quercia, Frassino, Carpino, dall’estate all’autunno nei luoghi umidi, ma luminosi come lungo i sentieri, su detriti vegetali, una volta raccolto lo si riconosce subito soprattutto per il “calzare” peloso e biancastro che porta sul gambo, che è sempre inglobato da terra e fogliame. Se lo si assaggia la carne è dolce all’inizio poi fortemente acre, amarognola,  piccante.  In  alcune  regioni  viene  ricercato  e  fatto  essiccare  ridotto  in  polvere  come sostituzione del pepe nero.

I Funghi, in Gastone Cusin, Giancarlo Zanovello (a cura di), I Funghi dei Colli Euganei, 2012.
Testo e Foto di proprietà del Gruppo Micologico Naturalistico Culturale di Monselice e Teolo, per loro gentile concessione.

Articoli simili