Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Funghi » Curiosi » Hemipholiota populnea

Hemipholiota populnea

HEMIPHOLIOTA POPULNEA

Sinonimi: Pholiota populnea
Pholiota destruens

Cappello: 6-20 (25) cm. da emisferico a convesso, mai piano, con un largo umbone rialzato fin da giovane, tutto ricoperto da fibrille cotonose lanose, sporgenti e caduche con l’età, il colore è bianco cenere, ocraceo rossastro, bruno scuro al centro, il margine è lungamente involuto, sempre arrotondato con festonature fioccose e lanose.
Lamelle:  fitte, grosse, con molte lamellule discontinue, smarginate al gambo, inizialmente biancastre poi a maturazione delle spore ocra ruggini con il filo pallido.
Gambo:  5-10  x  2-3,5  cm.  grosso,  duro,  attenuato  in  alto,  sempre  ricurvo  ingrossato  alla  base, concrescente,  unito    ad  altri  individui  infissi  nel  legno  delle  piante,  vive  o  morte,  tutto  feltrato  e squamoso, di color biancastro, ocra brunastro, ha un rudimentale anello irto e sfilacciato, satinato ben presto bruno per le spore.
Carne: compatta, dura, grossa fibrosa e tenace nel gambo, bianca nel cappello ocraceo-scuro alla base del gambo, odore aromatico, sapore amaro.
Spore: 8-10,5 x 5-6 micron, ellissoidali, lisce, con piccolo poro germinativo. Sporata: bruno scuro.
Habitat:  cresce  su  piante  vive  o  morte  specialmente  di  Pioppo.  Località:  “Parco  Villa  Monzino”, “Parco delle Frassanelle”, ecc.
Commestibilità : non commestibile per la carne molto amara.
Osservazioni:  è  un  fungo  parassita,  micidiale  se  riesce  a  penetrare  con  il  suo  micelio  nel  tessuto legnoso delle piante vive, in alcuni anni le porta alla morte. Lo si nota più sui pioppi e i tronchi tagliati dell’anno precedente in poco tempo riesce a colonizzare e cresce cespitoso a grandi gruppi fino ad arrivare di notevoli dimensioni, lo si riconosce per la sua feltrosità lanuginosa e pelosa in ogni sua parte,
con il gambo sempre ricurvo ed infisso nel sustrato legnoso, le lamelle a maturazione sono di color ruggine, mentre la carne è sempre amara.

I Funghi, in Gastone Cusin, Giancarlo Zanovello (a cura di), I Funghi dei Colli Euganei, 2012.
Testo e Foto di proprietà del Gruppo Micologico Naturalistico Culturale di Monselice e Teolo, per loro gentile concessione.

Hemipholiota populnea

Articoli simili