Il Tasso

Tasso europeo, o Meles meles

 Il Tasso
Un amico coraggioso

Il tasso europeo, o Meles meles, è un mammifero della famiglia dei Mustelidi, con abitudini notturne e solitarie, che si è perfettamente adattato alla vita sotterranea. É considerato uno dei carnivori più interessanti dei Colli Euganei per le sue abitudini e per la sua posizione ecologica.

Tozzo e massiccio!
Ha un manto folto e ispido, con un effetto brizzolato dato dalle setole nere con punta bianca. Al garrese è alto 30 cm e lungo 60-70 cm, con coda folta, larga, pelosa e biancastra lunga 20 cm, con un peso dai 10 ai 20 kg, le parti inferiori del corpo e le zampe sono più lunghe rispetto agli altri Mustelidi. Il musetto è molto appuntito, con una striscia bianca al centro.

Sono ingegnere!
Grazie ai suoi potenti artigli e all’estrema forza delle zampe posteriori, è in grado di costruire una complessa rete di tane. Ogni entrata ha un diametro di circa 20 cm, generalmente orientata a sud, al suo interno ha una complessa rete di passaggi sotterranei, con più uscite così da sottrarsi ad eventuali attacchi.

Forzuto e impavido!
É considerato da sempre un animale indomito e molto coraggioso, perché si difende ed attacca qualsiasi animale da cui venga minacciato, anche se molto più grande di lui (era predato anche dall’uomo). La sua alimentazione invece, non è carnivora, ma onnivora. Si nutre di carne (vermi, insetti, formiche) solo durante e dopo il periodo invernale, mentre in l’estate mangia radici, frutti e bacche.

Solitario e territoriale!
Delimita il territorio mediante segnali olfattivi e solo nella stagione dell’amore ha una vita sociale. Forma una coppia che però non dura a lungo, infatti la cura dei piccoli è destinata solo alla madre. Solo durate la notte risulta molto attivo, mentre il giorno lo passa all’interno della tana, che tiene pulita con estrema cura.

Dove sono!
Vive nei boschi con buona presenza di latifoglie, vicino a prati aperti e coltivi, lontano dal rumore che lo infastidisce molto. Nei Colli Euganei di giorno possiamo osservare varie tane in sentieri e angoli boschivi mentre nelle escursioni notturne, se manteniamo il massimo silenzio, c’è la possibilità di vederlo gironzolare nel bosco.