Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Funghi » Curiosi » Pholiota gummosa

Pholiota gummosa

PHOLIOTA GUMMOSA

Sinonimi: Flammula gommosa

Cappello: 3-6 cm. sferico, convesso, piano, rialzato al bordo, cuticola umida, viscida, asciutta e glabra a  tempo  secco.  Tutta  la  superficie  è  decorata  da  piccole  squamette  sovrapposte,  concentriche evanescenti  brunastre  su  sfondo  ocra  giallastro  olivastro più chiaro al margine lungamente involuto arrotondato e debordante.
Lamelle: non molto fitte, larghe, basse, con numerose lamellule di varia lunghezza unite al gambo con un dentino di color crema giallino, bruno marrone a maturità.
Gambo:  3-7  x  0,5-1  cm.  slanciato,  elastico,  attenuato  in  alto  sempre  ricurvo  pieno,  poi  farcito, ingrossato o rastremato in basso, unito ad altri esemplari concresciuti, radicanti nel terreno, di colore fulvo  rossastro,  squamato  fioccoso,  porta  un  pseudo  anellino  cortiniforme  presto  colorato  di  bruno scuro.  
Carne: tenera, fibrosa tenace nel gambo, giallognola rossastra alla base, odore di erba o radice, sapore acerbo.
Spore: 6,5-8 x 3,5-4,5 micron, ellissoidali, lisce, con poro germinativo. Sporata: ruggine
Habitat:  nei  luoghi  erbosi,  su  legna  marcescente  estate  autunno,  “Parco  delle  Frassanelle”,  Monte Altore, “Laghizzolo”, Boccon di Vo’.
Commestibilità : non commestibile.
Osservazioni: non è difficile individuare questa specie, specialmente in autunno lungo i sentieri nei parchi e giardini dove c’è materiale legnoso marcescente, non cresce mai singolo ma sempre in piccoli gruppi cespitosi, invadendo tutto il terreno ricco di humus. I carpofori sono seminascosti nell’erba, il loro colore è giallo limone olivastro, il cappello e il gambo sono decorati, lo si può incontrare fino a dicembre inoltrato.

I Funghi, in Gastone Cusin, Giancarlo Zanovello (a cura di), I Funghi dei Colli Euganei, 2012.
Testo e Foto di proprietà del Gruppo Micologico Naturalistico Culturale di Monselice e Teolo, per loro gentile concessione.

Articoli simili