Home » EnoTavola » Prodotti Tipici Colli Euganei » Le Perle dei Colli Euganei, i Bisi di Baone

Le Perle dei Colli Euganei, i Bisi di Baone

perle-colli
I Bisi de Baon, ovvero le Perle dei Colli Euganei

La Festa dei Bisi di Baone giunge quest’anno alla 16a edizione, sottolineando e rafforzando il grande lavoro di recupero della tradizione e della coltivazione dei piselli svolto dal 1999 dalla Pro Loco di Baone. Non solo momento di aggregazione ed enogastronomia, ma volontà di riproporre nei campi e nelle tavole un prodotto locale da sempre molto amato e ricercato. Nel 2009 nasce l’Associazione “Bisi & Bisi” con lo scopo di valorizzare e recuperare una delle colture più tipiche dei Colli Euganei: i piselli freschi da consumo.

La festa è anche il luogo di iniziative, convegni, incontri con gli operatori e con il grande pubblico sul tema del rinomato legume locale, sulla sua coltivazione, conservazione, commercializzazione e il suo uso in cucina per la preparazione dei piatti locali.
L’Associazione ad oggi raggruppa oltre una ventina di produttori agricoltori, a titolo principale e part-time, che hanno saputo cogliere questa opportunità economica che caratterizza il territorio di Baone. Ad Aprile di quest’anno si è dotata di un Disciplinare di produzione che possa dare delle linee guida per i produttori associati e favorire una maggiore garanzia di qualità, sanità e bontà ai consumatori finali, nel pieno rispetto e salvaguardia dell’ambiente. «Non è nelle nostre intenzioni fare un prodotto standardizzato e già comunemente presente nel mercato, ma bensì coltivare un prodotto “di nicchia” per i ristoratori e per tutti i consumatori che sappiano capire le particolari qualità organolettiche dei nostri bisi. Da qualche anno infatti, lavoriamo in sinergia con il mondo della ristorazione attraverso serate di degustazione di piatti a base di piselli, convinti che questa sia la giusta strada che porti ad una piena valorizzazione di questa nostra eccellenza». Bisi a Tavola è il format vincente proposto dai ristoratori della zona, una serie di serate a tema, con piatti a base di piselli, proposti in un’infinita varietà di ricette per valorizzare e far degustare questo straordinario prodotto.

 

La coltivazione dei piselli nei Colli Euganei avviene grazie alla maestria dei coltivatori che sanno sfruttare i vantaggi dei versanti collinari e del microclima, seminando precocemente i piselli in autunno per garantire una primizia eccellente e genuina già alla fine di aprile. «Coltiviamo per questo piselli di piccole dimensioni, a seme rugoso, raccolti rigorosamente a mano, e che si prestano ottimamente al surgelo e al consumo fresco. Non sono molti gli ettari coltivati, ma sufficienti per soddisfare le esigenze della festa dei bisi e i mercati ad essa collegati e alle vendite dirette sempre più crescenti effettuate in ogni azienda. Tuttavia, non mancano le problematiche legate al clima che, sempre più, in questi ultimi anni ci sta arrecando danno a causa di fenomeni di siccità nei periodi primaverili o troppa pioggia nei periodi invernali. Inoltre, intervengono anche i danni dai cinghiali che, come sappiamo, stanno compromettendo molte delle colture nelle nostre zone. Per il momento comunque, ma non ci vogliamo illudere, grazie anche alle tecniche di difesa adottate da ogni azienda, a parte in qualche sporadico caso, i danni sembrano contenuti». Le produzioni delle semine autunnali e primaverili, sembrano procedere abbastanza bene. Assistiamo quest’anno ad una particolare precocità nelle coltivazioni delle semine autunnali, infatti, già dai primi di aprile saranno raccolti i primi baccelli. È quasi tutto pronto per la Festa Bisi… e per il momento della Sgranatura dei Bisi, effettuata manualmente dai volontari della Pro Loco, dalle cuoche e dai coltivatori mantenendo intatta la tradizione di gesti antichi e genuini. Adesso non ci resta che assaggiare questa prelibata bontà locale!

Associazione “Bisi & Bisi”

Ph. Alessandro Greggio