Home » Colli Euganei » News Euganee » News » Rituali di Primavera nei Colli Euganei

Rituali di Primavera nei Colli Euganei

1

Rituali di Primavera nei Colli Euganei

Il termine equinozio deriva dal latino æquinoctium, ovvero «notte uguale» e per convenzione, il 21 marzo identifica il primo giorno di primavera.

Nei Colli Euganei questa data segna la rinascita, il risveglio della natura, il momento in cui i nostri amici animaletti cominciano ad accoppiarsi, i fiori riempiono di colori i prati e nel nostro orto si cominciano a piantare o raccogliere verdure e primizie di stagione.

Nelle tradizioni pagane euganee erano in uso alcuni rituali di “lustrazione” della campagna, per favorire la fertilità, abbondanti raccolti e per allontanare ogni influenza negativa. Si procedeva in gruppo, lungo le campagne, recitando particolari “liturgie” e “riti” per incentivare la nascita dei prodotti della terra, quel “cibo” necessario ed unico per il sostentamento della popolazione euganea.

In dialetto veneto il termine primavera viene reso con verta cioè «apertura della nuova stagione». Verta è anche il nome della Dea che veniva onorata nei giorni dell’equinozio, la cultura veneta riprende quindi il culto dei Veneti Antichi devoti a Reitia divinità femminile che perpetuava il culto della Madre Terra.I riti legati alla primavera oggi sono quasi del tutto scomparsi dalla nostre colline, ma sopravvivono ancora nella memoria di anziani e di donne wicca.

girl-in-field

Possiamo però dedicare anche noi qualche rituale alla Dea Madre, cioè alla Natura… anche un solo piccolo gesto! In questa giornata possiamo fare anche noi qualcosa per la Natura, che ogni giorno i dedica completamente a noi, ecco qualche consiglio.

 

Rituali di Primavera Euganei

– Oggi nutriamoci solo delle erbette e dei frutti che ci regala questa stagione, così da depurare il nostro organismo dalle scorie presenti nei prodotti raffinati ed industriali.

– Prepariamo il nostro orto in modo da non utilizzare sostanze chimiche ed antiparassitari, cerchiamo di applicare un’agricoltura biodinamica e biologica ai prodotti di cui ci nutriremo.

– In un albero del nostro giardino poniamo una casetta per uccelli ed una bat box per pipistrelli, così saremo allieti dal cinguettare degli amici volatili e nelle sere d’estate terremo lontane le zanzare grazie al lavoro dei pipistrelli.

– Rinunciamo almeno per un giorno ai prodotti usa e getta.

– Quando ci rechiamo in passeggiata o in escursione non abbandoniamo mai nessun rifiuto, neanche quel fazzoletto di carta utilizzato dopo la pipì!

– Facciamo una corsa a piedi, in bici, una passeggiata, o qualunque tipo di attività fisica che ci possa avvicinare alla natura.

Camminiamo per almeno 10 minuti in un prato, senza scarpe! Il massaggio che l’erba vi farà ai piedi stimolerà tutto il vostro corpo e mente.

– Restiamo in silenzio a guardare il tramonto o il sorgere del sole, mettiamo da parte i pensieri e lasciamoci abbagliare dalla luce solare, magari abbracciati ad una persona a cui vogliamo bene.

Couple in the field

Questi sono solo alcuni spunti…
ora spetta a voi trovare il Vostro rituale Euganeo di Primavera!!!

Giada Zandonà