Home » Colli Euganei » Natura e Territorio » Funghi » Rari » Tazzetta rossa

Tazzetta rossa

SARCOSCRYPHA COCCINEA

Sarcoscypha coccinea (Scop.:Fr.) Lamb.
N.V. Tazzetta rossa

Apotecio: da 1-5 (8) cm. di diametro, si presenta a forma di coppa di color rosa all’esterno, rosso scarlatto all’interno, il margine è sempre rivolto all’interno che con l’età si presenta crenulato fessurato.
Gambo: 1-3×0,3-0,5 cm. molto corto, biancastro, rotondo, ingrossato in alto, rastremato alla base con leggera peluria, molto infisso nel substrato legnoso sul quale vive.
Carne: fragile, ceracea, odore di muffa, sapore mite.
Spore: 29-39 x 9-11 micron, ellissoidali, lisce, ialine, con fini guttule.
Aschi: cilindrici, non amiloidi, con 8 spore.
Habitat: nei boschi umidi, sui rami marcescenti, dall’ inverno a primavera, località : “Contea” “Rocca Pendice”, “San Daniele in Monte” monte Gemola, Monte Ricco.
Commestibilità: senza valore commestibile
Osservazioni: non è facile incontrarlo, lo si può vedere verso la fine dell’inverno su rami morti di piante di latifoglia, si presenta gregario. Questa specie è fra i più bei carpofori che possiamo incontrare, si presenta come una coppa di color rosso vivo brillante, quasi da sembrare una pietra preziosa.

I Funghi, in Gastone Cusin, Giancarlo Zanovello (a cura di), I Funghi dei Colli Euganei, 2012.
Testo e Foto di proprietà del Gruppo Micologico Naturalistico Culturale di Monselice e Teolo, per loro gentile concessione.