Home » Evento » Escursioni nei luoghi misteriosi dei Colli Euganei

Escursioni nei luoghi misteriosi dei Colli Euganei

Sto caricando la mappa ....

Data e Ora
26 luglio
08:00 - 12:30

Luogo
Casa delle Associazioni

Categoria

Nessuna categoria disponibile.

immagine_evidenza_Gruppo-Micologico-Monselice-programma-attività-2015-1
Escursioni ‘Luoghi misteriosi, Colli Euganei’:

11 Gennaio Monte Ricco (mt. 329)
Prima uscita dell’anno per vedere i bei panorami su Monselice, la Rocca e la pianura. Vedremo la statua di Atlante che sorregge il mondo, l’ eremo di Santa Domenica con l’adiacente chiostro e ne conosceremo la secolare storia. Ammireremo il variare della vegetazione che cambia a seconda dell’ esposizione solare, si va dal bosco termofilo con elementi di macchia mediterranea al bosco fresco di castagno.

25 Gennaio Monte Vendevolo (mt. 461)
Giro ad anello sul monte Vendevolo per visitare la “sorgente della volpe”, una raccolta d’acqua piovana detta “Laghizzolo”, le “bocche di vapore” che escono dal colle, testimonianza di correnti d’aria insinuate nelle fratture della roccia riolitica che compone il monte. Ritrovo alternativo: Agriturismo Alto Venda ore 8:45 Abb. facile

8 Febbraio Monte Santo di Lovertino (mt. 143)
In questo piccolo colle isolato nella pianura tra i Colli Euganei e i Berici, vedremo l’antica Pieve della Madonna della Salute, il Cimitero Vecchio, Ea Crose, la chiesetta di S.Vito e Modesto del 600, e la vecchia cava ricca di fossili marini. Pranzo facoltativo alla trattoria Vecchia Torre di Lovertino (È necessaria la prenotazione). Ritrovo alternativo: Trattoria Vecchia Torre ore 8:45 Abb. facile

22 Febbraio Monte Venda Sentiero Lorenzoni (mt. 601)
Nel sentiero dedicato allo scomparso Giorgio Lorenzoni, botanico dell’Università di Padova, cammineremo su un percorso ad anello alla scoperta del più alto dei C. Euganei, ammirando i primi fiori primaverili del sottobosco, i ruderi dell’antico Monastero degli Olivetani, “Ea pria Scanavaca”… Ritrovo alternativo: Casa Marina ore 8:35Abbastanza impegnativa

8 Marzo Monti Piccolo e Ventolon (mt. 315 e mt. 405)
Escursione panoramica sul borgo di Arquà Petrarca e sui due monti che lo circondano a nord. Attraverseremo tutte le tipologie di bosco presenti nei Colli Euganei. Ritrovo alternativo: parcheggio vicino ex ristorante Aganoor ore 8:20 Abb.impegnativa

22 Marzo Rocca di Monselice (mt. 151)
Si farà il percorso di via del Santuario e salita al Mastio Federiciano. Conosceremo la storia della chiesa di San Paolo, del “Castello Cini”, del Duomo Vecchio, del Santuario delle Sette Chiese e di Villa Duodo, del Torrione e delle cinte murarie. Un itinerario che, per bellezza e ricchezza di monumenti è secondo nel Veneto solo al Canal Grande di Venezia. Ci guiderà Alice Giora Costo 3 € Abbastanza facile

12 Aprile Monte Lonzina (mt. 234)
Partiremo dall’Abbazia di Praglia per giungere alla cima del M. Lonzina e ritorneremo al punto di partenza ammirando il risveglio della Natura e gli scorci sulla pianura e sulle Prealpi. Ritrovo alternativo: Abbazia di Praglia ore 8:45 Abbastanza facile

26 Aprile Monte Cero (mt. 408)
Percorrendo il “Sentiero del Principe”, vedremo l’Arco del Falconetto edificato per abbellire l’ingresso della villa del nobile Alvise Cornaro attorno il 1525, la particolare Villa Klunker detta “di Byron” che qui non soggiornò bensì l’affittò per i coniugi Shelley suoi amici. Incontreremo Villa Contarini dove Cornaro ricevette la notizia della sua elezione a Doge di Venezia ed assunse l’epiteto “del Principe”. Arriveremo fino al caratteristico paesino di Calaone con le sue fontane e panorami, se sarà possibile saliremo fin sulla cima del colle. Ritrovo alternativo: Museo di Este ore 8:30 Abb. impegnativa

10 Maggio Delta del Po in bicicletta (km 50 circa)
Pedalata tra le stradine e gli argini che percorrono la zona umida più vasta d’Italia conoscendone l’origine, la storia, la vegetazione e la fauna. Prenotazione obbligatoria possibilità di usare la propria bicicletta e pranzo al sacco. Necessaria una discreta forma fisica e si consiglia l’uso del casco. Servizio completo di pulmino a nove posti e bici di riserva al seguito. Ritrovo alternativo: Campo della Fiera alle ore 7:45 oppure al noleggio biciclette di Cacciatori Vittorio a Cà Tiepolo in via Bologna, 2 alle ore 8:45 Abbastanza facile

24 Maggio Monte Ceva (mt. 255)
Il Monte Ceva è formato da nera roccia vulcanica chiamata “latite”, offre una particolare flora tra cui spiccano ambedue in fioritura: il semprevivo ragnateloso, che troviamo anche sulle rocce alpine, ed il fico d’india nano originario dei deserti del Messico. Ammireremo il bellissimo panorama dalla cima del monte Ceva ed osserveremo le ultime orchidee. Ritrovo alternativo: ponte Battaglia T. ore 8:20 Abb. impegnativa

7 Giugno San Daniele (mt. 80)
Partiremo da una zona umida originata da escavazioni di argilla e rinaturalizzata in parte con una riserva integrale adatta all’osservazione dell’avifauna ed in parte utilizzata per la pesca sportiva. Percorreremo a piedi un tratto dell’anello ciclabile dei Colli Euganei fino ad arrivare su questo piccolo colle interessante e ricco di storia legata soprattutto al monastero sulla cima, vedremo un vecchio roccolo, un viale con piante secolari per ritornare al punto di partenza dove ci fermeremo a pranzo (chi vuole al sacco) e visiteremo il “Biotopo”. Ritrovo alternativo: Lago Verde ore 8:40 Abbastanza facile

13 Settembre Monte Tondo (Colli Berici)
Ammireremo una zona carsica dove sono ben manifeste le doline e tutti i fenomeni di erosione legati al carsismo e conosceremo la storia geologica dei Colli Berici. Vedremo la chiesetta di San Donato con il vicino eremo, resti di trincee della seconda guerra mondiale e Villa Bedeschi che nel Medioevo apparteneva ai Cavalieri Templari. Tutta la giornata, si mangia al sacco. Ritrovo alternativo: a Villaga ore 9:00 Abb. impegnativa

27 Settembre Monte Madonna (mt. 532)
Partendo dalla Baita Fiorine andremo alla chiesetta dedicata a S. Antonio Abate, nelle cui adiacenze vedremo i resti di un antico monastero e la grotta dove si sarebbe ritirata a vita eremitica Santa Felicita. Saliremo al Santuario sulla cima, per discendere fino alla duecentesca chiesetta di S. Pietro di Rovolon, dove si pranzerà (chi vuole al sacco) per risalire poi dal versante ovest fino alle auto.Ritrovo alternativo: Baita Fiorine, ore 8:50 Abb. impegnativa

11 Ottobre Monte Orsara (mt. 360)
Saliremo dal Calto Pavaglion ricco d’acque ed arriveremo fino alla cima dove troneggiano grandi rocce trachitiche. Vedremo la casa del Moro Polo con il “maronaro” più vecchio dei Colli Euganei, la chiesetta di S. Gualberto patrono dei Forestali e ritorneremo compiendo un giro ad anello, con scorci sulla Cengolina. Ritrovo alternativo: Pz. Galzignano ore 8:35 Abb.impegnativa

25 Ottobre Monte Grande (mt. 474)
Saliremo sulla cima del Monte Grande dove si trova un enorme sfera bianca, essa racchiude le strumentazioni per la raccolta di dati meteorologici. Scenderemo andando ad est verso un punto panoramico che domina Teolo, poi proseguiremo fino alla “Pria grossa” per tornare al Passo Fiorine attraverso boschi di castagno ricchi di funghi. Ritrovo alternativo: Passo delle Fiorine ore 8:45 Abb.impegnativa

8 Novembre Giro dei Regazzoni
In questo tragitto vedremo l’unica cava di perlite dei Colli Euganei, una roccia vulcanica effusiva che portata ad alte temperature si espande fino a venti volte il suo volume, il “Passo del Coyote”, la restaurata Villa Draghi, il colle di Berta con i resti della torre omonima, e due alture dallo stesso nome: Monte Alto. E naturalmente…funghi! ! Ritrovo alternativo: Villa Draghi ore 8:35 Abbastanza facile

22 Novembre Monte Rusta (mt. 396)
Visiteremo Villa Beatrice e conosceremo la storia della Beata Beatrice d’Este, vedremo la quattrocentesca chiesetta di Santa Lucia e saliremo fin sulla cima del colle tra boschi di castagno dove impareremo a riconoscere i funghi. Ritrovo alternativo: parcheggio Villa Beatrice ore 8:35 Abb.facile

6 Dicembre Monte Cinto (mt. 281)
Partenza da Cava Bomba, sede del museo geo-paleontologico con i ritrovamenti di fossili nella vicina cava di calcare, salita ai resti di un fortilizio sulla cima che controllava il territorio in epoca medioevale, passando per suggestivo “Buso dei Briganti” e la vecchia cava di riolite a fessurazione colonnare. Percorso ricco di vedute. Ritrovo alternativo: parcheggio di Cava Bomba ore 8:35 Abb. facile

logo_gruppo_Micologico_monselice

Info e Contatti:
tel. 339 4626377
micologicomonselice@gmail.com
micologicomonselice.wix.com/micologico-monselice
Per consulti micologici: 349 8057796

Sede del Gruppo Mitologico
via Avancini 2/b (ex pretura), Monselice
Nel corso del 2015 la sede verrà spostata nella Casa delle Associazioni in via San Filippo Neri, 19