Home » Curiosità » Utilizzo delle Tracce Gpx Colli Euganei

Utilizzo delle Tracce Gpx Colli Euganei

Utilizzo delle Tracce Gpx

Consigli pratici per scaricare, gestire e seguire una traccia GPX

L’immagine-mappa  una simulazione di quello che potete trovare in molti siti (in questo caso ombremtb. it) quando ricercate nel web tracce GPX di percorsi che vorreste seguire.
Ma, prima di tutto, che cos’è una traccia GPX? Il GPX è un formato di file a licenza aperta che consente il trasferimento di dati georeferenziati fra supporti diversi (nella pratica registro il mio percorso e poi lo metto a disposizione di altri). Un file GPX contiene tracce, percorsi e punti d’interesse con le loro coordinate geografiche ed  compatibile con pressoch tutti i dispositivi GPS, come navigatori e smartphone con antenna satellitare, nonché con software e siti per la visualizzazione dei percorsi sullo schermo del computer.

A cosa servono i file GPX?

Caricando le tracce contenute nei file GPX su un dispositivo portatile, possibile ripercorrerle passo passo con la possibilitdi verificare in ogni momento la propria posizione e la distanza dall’arrivo o dai punti di interesse.

Ma come e dove posso gestire una traccia GPX quando l’ho scaricata?

Oggi in commercio esistono molti strumenti utili a questo tipo di utilizzo, la marca pi famosa che ha un riscontro anche sull’utilizzo off road per bici è sicuramente Garmin, oltre a darci molte indicazioni sui dati della nostra corsa, come distanza, dislivello, potenza e frequenza cardiaca, oggi alcuni modelli hanno anche la funzione cartografica ed è possibile caricare all’interno della loro memoria le tracce che si trovano nei siti che le mettono a disposizione. Chi possiede un Garmin cartografico non deve fare altro che scaricare il file in formato GPX, collegare il proprio apparecchio al computer e copiare o trasferire la traccia nella cartella new file del dispositivo. Il nostro consiglio di procurarsi prima un supporto cartografico idoneo da installare nel proprio Garmin che vi dia visione del territorio in cui andremo ad utilizzare la traccia, per questo vi rimandiamo al tutoria che abbiamo pubblicato sul nostro sito: www.ombremtb.it/garmin

Chi non possiede un Garmin?

Ci sono altri sistemi che permettono di seguire una traccia GPX. Oggi quasi tutti possediamo un telefono cellulare di ultima generazione. Questi apparecchi hanno un’an-tenna GPS che localizza la posizione sulle mappe cartografiche delle applicazioni (anche gratuite) che permettono di seguire tracce GPX. Per il sistema Android l’applicazione che piùci èsembrata esaustiva e precisa si chiama Oruxmap: il download ègratuito dal sito ma a pagamento da Playstore.

Una volta installata si può impiegare l’applicazione come semplice strumento per seguire una traccia, ma può essere anche sfruttata in tutte sue potenzialità come perfetto partner per i vostri allenamenti. Il tutorial su come caricare e seguire le mappe potete trovarlo a questo indirizzo: www.ombremtb. it/ guida-tracce-GPX-per-smartphone.

Chi possiede invece uno smartphone Apple dovrà scaricare Easy Trails. Questa applicazione ha sia una versione gratuita che vi consente di gestire una traccia per volta, sia una versione a pagamento che permette di gestire di più tracce contemporaneamente.

A questo indirizzo il tutorial per l’installazione e gestione delle mappe su iOs:
www.ombremtb.it/iphone-apple-utilizzo-GPX

Info
www.ombremtb.it